WEBINAR GRATUITO

Scoprite come costruire un business case per il monitoraggio delle condizioni delle vostre pompe sommerse.

Manutenzione basata sulle condizioni: dalla tecnologia pilota all'implementazione su scala (Parte 3: Processo)

Indice dei contenuti

Utilizzati su scala, i sistemi guidati dall'intelligenza artificiale che monitorano continuamente la salute delle macchine possono trasformare la manutenzione industriale, ma come ogni nuova tecnologia, ci sono ostacoli da superare prima di poterne sfruttare appieno il valore. In parte 2 di questa guida in quattro partiabbiamo affrontato la sfida numero uno di ogni implementazione su larga scala: coinvolgere tutti. In questo articolo, vedremo come pianificare il vostro monitoraggio delle condizioni scalare in modo che i vostri sistemi e processi traggano pieno vantaggio dalla nuova tecnologia.

Una buona regola da seguire durante la stesura del piano di implementazione: non apportare modifiche al business-as-usual più grandi del necessario. Ogni volta che si esamina il modo in cui la nuova tecnologia cambierà il lavoro delle persone, ci si chiede innanzitutto come sia possibile integrarla con i processi e i sistemi esistenti. Modificate ciò che è già presente solo se mantenerlo intatto è contrario agli obiettivi dell'implementazione. Ora due consigli concreti per mettere in pratica questa regola empirica.

Tracciare una mappa di come il processo di CBM del vostro pilota si tradurrà in scala

Quando si conduce un progetto pilota, è facile seguire un processo separato per quello che si sta facendo. Poiché si sta testando la tecnologia, i nuovi avvisi di monitoraggio delle condizioni sono ancora separati dalle modalità di lavoro esistenti. Ma quando arriva il momento di implementare su scala, i nuovi avvisi diventano parte dell'intero ecosistema, influenzando il modo in cui si generano gli ordini di lavoro, si stoccano i pezzi, si programmano i turni e tutto il resto. Non vorrete scoprire troppo tardi che il sistema scelto costringerà l'intera organizzazione a utilizzare un dashboard separato e a creare ulteriori spese amministrative per trasferire le informazioni tra i sistemi.



Pensate ad altri potenziali punti deboli nella scalabilità del progetto pilota. Quanto tempo consumerà la nuova tecnologia in scala? Due tecnici della manutenzione possono gestire tutti gli avvisi CBM in arrivo quando si monitorano cento asset, ma questa configurazione inizierà a mostrare delle crepe a trecento, e a mille i tecnici saranno esauriti. Dove si intersecherà il processo di gestione degli avvisi con altri processi? Sarà problematico se il nuovo sistema CBM vi dirà di sostituire una pompa, ma il protocollo di sostituzione della pompa esistente vi permette di farlo solo una volta ogni cinque anni.

"Presso i nostri clienti del settore idrico del Regno Unito, vediamo abitualmente pompe estremamente inefficienti, che potrebbero risparmiare letteralmente sei cifre all'anno ottimizzando il funzionamento delle pompe o addirittura sostituendole con una versione più efficiente. Ma il team che raccoglierebbe i benefici di una pompa che funziona in modo più sano ed efficiente nel lungo periodo non è quello che si occupa di apportare le modifiche necessarie per ottenere questi risultati".

"E questi team vengono giudicati solo in base al fatto che le loro pompe stiano facendo ciò che dovrebbero fare: che lo stiano facendo bene o male non ha importanza. Sanno che quello che stanno facendo attualmente è far funzionare le pompe e per loro le modifiche operative non sono altro che un rischio".

DIRK-JAN WIENEN, RESPONSABILE DEL SUCCESSO DEL CLIENTE PRESSO SAMOTICS

Trovate uno sponsor esecutivo per ogni cambiamento di processo ad alto rischio.

Nei casi in cui le nuove procedure e quelle esistenti sono in conflitto, è necessario un campione di lancio abbastanza alto nell'azienda da dare la priorità al progetto CBM rispetto ai processi tradizionali e agli incentivi sbagliati. In questo modo si eviterà di ritrovarsi in scenari burocratici in cui due processi in conflitto si bloccano a vicenda senza che nessuno possa decidere quale scegliere.

Nel caso di un ente regolatore come Ofwat nel Regno Unito, dovrete anche collaborare con altre aziende del vostro settore per aprire una discussione con l'ente regolatore su come incentivare le decisioni che miglioreranno la resilienza operativa e l'efficienza energetica a lungo termine.

Aggiungete PROCESSO al vostro piano di implementazione

Nel post precedente di questa serie, avete aggiunto l'elemento umano al vostro piano di implementazione. Ora espanderemo nuovamente il piano, per affrontare l'aspetto procedurale dell'implementazione. A proposito, questo è un ottimo punto di partenza per pianificare l'azione dei team locali: chi meglio di loro conosce le interdipendenze e le procedure?

Round 3: aggiungere l'elemento procedurale

  • Aggiungete al vostro piano di implementazione una sezione che riguarda i sistemi esistenti, le procedure operative e le interdipendenze tra i team. Decidete come compilare i dettagli: sondaggi, focus group, interviste e così via. Acquisite un quadro il più possibile completo dello stato attuale. Una volta tracciato il terreno, individuate gli sponsor esecutivi più importanti.
  • Utilizzando l'ambito e l'arco di tempo definiti nella fase 2 del primo articolo, delineate il momento in cui ciascun gruppo di stakeholder integrerà il nuovo sistema di monitoraggio delle condizioni nei propri flussi di lavoro esistenti. La diffusione della nuova tecnologia avverrà in modo graduale? In tal caso, prevedete la possibilità per i primi gruppi di condividere con i gruppi successivi ciò che ha funzionato e ciò che non ha funzionato.
  • Utilizzando i piani di comunicazione con gli stakeholder che avete iniziato a redigere nella fase precedente, aggiornate le sezioni relative al loro ruolo attivo in base al lavoro svolto nelle fasi precedenti. Tenete a mente tutte le preoccupazioni o le frustrazioni relative ai processi che avete identificato nella fase precedente: questo è un ottimo punto di partenza per incoraggiare l'adesione, indicandole specificamente come aspetti che il gruppo locale avrà la libertà e l'autorità di risolvere durante l'implementazione. Ricordate che si tratta di un piano di comunicazione, non di un piano di modifica dei flussi di lavoro. Il vostro compito è quello di decidere come mettere il team locale al posto di guida.

Scarica la lista di controllo completa in 18 punti

Come scrivere un piano di implementazione solido e resiliente per la manutenzione basata sulle condizioni su scala.


Oltre 30.000 professionisti di aziende industriali ricevono i nostri approfondimenti e le nostre best practice con cadenza mensile e trimestrale.

Selezionare l'annuncio per visualizzarlo.